I social media per promuovere l’immagine aziendale

I social media sono delle incredibili risorse per le aziende che vogliono promuovere la propria immagine online. Oggi sul web ci sono tantissime piattaforme che possono essere utilizzate in maniera del tutto gratuita ottenendo dei buoni risultati. Per chi mira ad ottenere maggiore visibilità ed aumentare in maniera esponenziale le conversioni, è possibile accedere ai servizi a pagamento, raggiungendo un pubblico più mirato.

Bisogna però tenere a mente che esistono diversi social media, ognuno dei quali va utilizzato per scopi differenti e che quindi richiedono contenuti a sua volta diversi. Per questo è fondamentale capire la differenza tra le varie piattaforme e, attraverso un’attenta analisi, scegliere quella più adatta alle proprie esigenze.

Noi abbiamo effettuato una ricerca dei social media più utilizzati dalle aziende nel 2017 che ti aiuterà a familiarizzare con ognuno di essi e a capire qual è il canale migliore per promuovere la tua azienda. Passiamo subito alla classifica.

La carta d’identità dei social media

Facebook

Con 2 miliardi di utenti a luglio 2017, Facebook è il social network più usato al mondo, non solo da privati ma anche da aziende. Rappresenta un mezzo straordinario per connettere le aziende con i propri clienti, offrendo la possibilità di effettuare promozioni che possono essere realizzare in maniera facile e veloce.

Facebook si adatta ad ogni tipo di azienda, a prescindere dal servizio/prodotto offerto. Si tratta del mezzo ideale per condividere immagini, foto e video con lo scopo di promuovere nuovi prodotti, far conoscere le offerte del giorno e mostrare tutti gli aggiornamenti del brand.

Twitter

Secondo in classifica il social cinguettante. Questo consente alle aziende non solo di twittare dei brevi aggiornamenti di testo (140 caratteri), ma anche di interagire con i propri clienti in tempo reale attraverso i tag. Oggi Twitter conta oltre 300 milioni di utenti ed è il mezzo preferito da molte aziende per gestire il servizio di Customer Service. Per offrire questo tipo di servizio in maniera efficiente, serve del personale competente e costantemente attivo sul social per poter gestire le richieste in maniera tempestiva.

LinkedIn

Per le aziende che operano nel BtoB LinkedIn rappresenta un eccellente canale per entrare in contatto con nuovi possibili clienti e/o partner. Come le altre reti sociali, anche LinkedIn mette al primo posto la costruzione di relazioni, quindi non devi pensare a questa piattaforma come a un canale di vendita. Si tratta bensì di un’occasione per costruire importanti relazioni. Ottima la possibilità di creare gruppi, che consente alle aziende di rimanere in contatto con una nicchia selezionata e condividere solo con gli utenti di interesse i suoi aggiornamenti. Oggi LinkedIn conta 500 milioni di utenti, raccoglie circa 10 milioni di annunci di lavoro in oltre 9 milioni di aziende.

Instagram

Proprietà di Facebook dal 2012, Instagram è il social network totalmente basato in foto e video numero uno per eccellenza. Alle aziende queste piattaforma torna molto utile per la condivisione di foto durante eventi e fiere, ma anche come vetrina dei prodotti.

Molte aziende usano proprio questo canale per far parlare di sé ai clienti. Come? Trovano particolari incentivi, come gadget o buoni sconto, per far sì che gli utenti condividano foto degli eventi cui l’azienda prende parte o dei prodotti. Non senza dimenticare gli #hashtag! Un ottimo modo per dare visibilità al brand!

Pinterest:

Pinterest, così come Instagram, è una piattaforma “visual-oriented”. Questo social network è adatto per le realtà che hanno immagini particolarmente creative, comunicative e originali da condividere. Inoltre è senz’altro un ottimo mezzo per la promozione dei prodotti.

Il punto forte di Pinterest è la possibilità di organizzare le immagini per categorie. Questo strumento consente di suddividere i prodotti per tipologia, in base ai segmenti di riferimento o secondo i più svariati criteri. Rispetto a Facebook, Twitter o Instagram, Pinterest è un social media di nicchia, quindi non esattamente adatto a qualunque azienda. La maggior parte degli utenti sono donne (circa l’80% su 100 milioni di utenti) e i contenuti che hanno maggior successo provengono dal settore moda, cosmesi, fai-da-te, fotografia e gastronomia.

YouTube

Con oltre 1 milioni di utenti, YouTube è il canale di video-sharing più famoso al mondo dove è possibile caricare, visualizzare, condividere e commentare un’incredibile quantità di video (oltre 2 miliardi al 2017). Molte aziende usano YouTube per condividere contenuti creativi, di semplice intrattenimento e/o educativi. Chiaramente la creatività è una componente fondamentale affinché i video diventino virali, per questo è necessario contare su un editor professionale.

Perché scegliere YouTube per la tua azienda? Oltre ad essere il secondo motore di ricerca più grande al mondo, è anche uno dei tanti prodotti Google. Questo significa che i tuoi video hanno ottime possibilità di ottenere un buon posizionamento sul principale motore di ricerca: Google.

Social media: esserci o non esserci

Non sai ancora se fare il grande passo e aprire un account aziendale sui social media? Ti spieghiamo perché è importante esserci, ma anche come esserci nel modo giusto. Leggi il nostro articolo “Social media per le aziende: esserci o non esserci“.